Macchinista lascia 109 passeggeri in campagna: «Il mio turno è finito»

Macchinista lascia 109 passeggeri in campagna: «Il mio turno è finito»

“Scusate, ma il mio turno è finito“

Sono queste le parole pronunciate dal macchinista che, terminato il turno di lavoro mentre era ancora alla guida di un treno, ha deciso di fermarsi e scendere, lasciando in aperta campagna 109 passeggeri. È successo in Spagna, dove un macchinista dell’azienda ferroviaria Renfe, ha deciso di rispettare alla lettera il suo orario di lavoro, con il risultato che ha abbandonato il treno su cui viaggiava a metà corsa.

Il treno era partito da partito da Santader in direzione di Madrid, raggiungendo per una fermata la piccola stazione di Osorno. Erano circa le 21.15 quando il macchinista è sceso dal treno in attesa di ricevere il cambio, ma quando il collega che aspettava non si è presentato, ha deciso di andarsene.

I passeggeri non hanno nascosto la propria indignazione quando sono stati informati ufficialmente che la ragione dello stop forzato era il fatto che la giornata lavorativa del macchinista si era appena conclusa. Furibondi hanno chiamato la compagnia ferroviaria che ha messo a disposizione un bus sostitutivo, arrivando a Madrid con ben 5 ore e mezza di ritardo.

L’azienda ferroviaria Renfe ha diramato un annuncio di scuse per i passeggeri, informandoli che potranno richiedere a breve il rimborso totale del biglietto. La compagnia ha anche spiegato di aver aperto un’inchiesta interna, per capire cosa sia accaduto davvero.

CONTINUA A LEGGERE

44,848 Visite totali, 0 visite odierne

Comments

comments

TI CONSIGLIAMO

loading...


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*